Biblioteca Nazionale di Parigi.
Cartes et Plants, Rés. Ge B 1118.
"Carta Pisana", fine secolo XIII.

La carta nautica detta "Carta Pisana" è la più antica dell'occidente, databile a prima del 1291. In essa, fra i nomi dei porti scritti perpendicolarmente e all'interno della linea di costa figura la «foce di Grosseto». È questa una preziosa, ulteriore, attestazione dell'esistenza di questo scalo marittimo grossetano nel secolo XIII - certo il più importante degli approdi che la città offriva nel medioevo-, già testimoniata dalla documentazione archivistica genovese della metà di quel secolo. Documentazione genovese cui, in effetti, appartiene la stessa "Carta Pisana", che è così chiamata per esser stata acquistata presso un'antica famiglia di Pisa nel XIX secolo, ma che è di assai probabile scrittura genovese. Come la "Foce di Grosseto" fosse di particolare interesse per gli armatori di Genova lo attesta una serie di documenti del 1259 che informano come questi, nel porto grossetano, caricassero sulle loro navi sale da trasportare a Pisa per conto di mercanti fiorentini. Oltre a quella del sale, la produzione di "biada" - ovvero di cereali - costituiva una notevole fonte di reddito per i proprietari terrieri grossetani, grazie all' esportazione che ne facevano avvalendosi del porto alla "Foce di Grosseto". Una nave di un armatore di Pianosa nel 1274 ne trasportava a Genova 322 mine al costo di 8 denari genovesi per mina, e numerose altre navi genovesi sono documentate compiere viaggi in Maremma per acquistare grano e orzo.
 
La localizzazione di questo sito di grandissima importanza per l'economia medievale grossetana, da non identificare nella foce del fiume Ombrone, è possibile connettendo le informazioni desumibili dalla cartografia moderna, da quella dei secoli XVIII e XIX e dalla documentazione archivistica. L'esame dei dati provenienti da tali fonti, infatti, consente di chiarire come la "Foce di Grosseto" costituiva uno scalo marittimo sicuro essendo in realtà una piccola laguna, importante peraltro anche per l'esercizio della pesca.