I contratti degli acquisti senesi del 1334
 

Archivio di Stato di Siena, Biblioteca, Ms. B.62
"Spogli dei contratti dell'Ospedale della Scala. Tomo III"

N.1241. 1334 Aprile 1, c.232: «Balduccio del q. Crescentione da Grosseto vende per il prezzo di cinquanta lire di denari Sanesi minuti al comune di Siena, e per esso a Vanni di Meo Balzetti a Bindoccio di Latino e a Meo di Rinaldo, una sua casa posta nella città di Grosseto nel Terzo di S.Piero, confinante da una con Ser Magio di Ser Credi e con la via, idem un orto posto vicino a detta casa, confinante con Minuccio di Salvi, e con la strada . Idem un altr 'orto posto parimenti vicino a detta casa, confinante con Ceccarello di Cecchino, e con la via, e per detta vendita entrano sbrigatori il detto Venditore e Bartolomeo di Bartaluccio di detto luogo. Rogato in Grosseto da Benedetto notaro figliolo di Domenico cittadino Sanese, presenti Buoninsegna di M. Landro, e Ser Magio di Ser Credi.
Al sospradetto contratto sono annessi e cuciti gli infrascritti contratti di diverse compre che fece nella città di Grosseto il Comune di Siena.

 

C.233. L'anno 1334 il di primo Aprile, Ceccarello del q. Casino Carnaiolo, abitante in Grosseto vende per iI prezzo di 25 Iire al Comune di Siena e per esso a detti Vanni, Bindoccio e Meo una sua casa posta nella Città di Grosseto nel Terzo di S.Piero, confinante con Balduccio di Crescentione, con la via, e con Chele Carnaiolo. Entra sicurtà Vannuccio di Duccio di Bindo da Grosseto. Rogato il detto Notaro alla presenza de detti testimoni.

L'anno e giorno predetti, e sotto rogito di detto notaro, e alla presenza de detti testimoni Vannuccio di Gualtieri da Grosseto vende per Iire 10 a detti Bindocci o, Vanni, e Meo, i quaIi comprano per iI Comune di Siena una casa con una Curia dietro detta Casa, posta nella Città di Grosseto, confinante con Minuccio di Salvi, con Vannuccio di Duccio, e con la strada. Idem un orto posto in detto Iuogo confinante con detto Minuccio, con Tonio di Mico, e con la strada.

L'anno 1334 e il di primo Aprile Minuccio di Salvi da Grosseto vende per il prezzo di 47 Iire al Comune di Siena e per esso a detti Vanni di Meo Balzi, Binduccio di Latino, e Meo di Rinaldo cittadini Sanesi una casa con orto nella città di Grosseto, e nel Terzo di S.Piero confinante con la strada, con la carbonaia del Comune e con Vannuccio di Gualtieri.

Idem un orto posto in detto luogo, confinante da due parti con Bindoccio di Corso, con la strada, e con la carbonaia del Comune e entra sicurtà per detto Venditore Tone di Nico cittadino Sanese. Rogato in Grosseto dal detto Benedetto nel la casa de Sig .ri Priori di detta città, presenti Buoninsegna di M. Landro e Vanni d'Alberto.

Il di e anno detti sotto rogito di detto notaro, e testimoni i predetti Francesco di Toruccio da Grosseto vende per i I prezzo di 60 Iire a dd. Vanni, B in doccio, e Meo, i quali comprano, come sopra, per il Comune di Siena una casa con p i azza posta nella ci ttà di Grosseto nel terzo di S. Piero confinante con Ser Magio di Ser Credi, e dall'alt re parti con la strada.

C.234. Vannuccio di Duccio di Bindo da Grosseto vende per il prezzo di 39 lire al Comune di Siena e per esso a predetti Vanni, Bindoccio, e Meo una casa con piazza posta nella città di Grosseto nel terzo di S.Piero confinante con Vannuccio di Guaitieri, con Francesco di Toruccio, e con la strada entra promessa Cecca reI lo di Casino.

In detti giorno, e anno, e sotto rogito del predetto notaro, e alla presenza de detti testimoni Tone di Mico cittadino Sanese vende per i I prezzo di I ire 17 al comune di Siena, e per esso ai detti Vanni, Bindoccio e Meo un orto posto nel la città di Grosseto nel terzo di S.Piero, confinante con la strada, e con Vannuccio di Guai ti eri e con la carbonaia del comune e entra sicurezza M in ucci o di Salvi.

In detto. anno, e il di primo Apri le Ser Magio, e Ser Bartolomeo fra teI li, e figliuoli di Ser Credi notaro ab i tanti in Grosseto vendono per i I prezzo di 60 ! ire a detti Vanni, B indoccio e Meo, i quali comprano per il comune di Siena una casa con orto, e casal ino nella ci ttà di Grosseto nel terzo di S.Piero, confinanti con la strada, con Balduccio di Crescentione, e con Francesco di Toruccio, e entra promessa a favore de detti Compratori Bartolomeo di Bartal uccio. Rogato iI detto Benedetto presenti i dd. testimoni.

I n detto anno 1334 e il di 7 Aprile sotto rogito di detto notaro, e alla presenza di Ser Simone di Ser Duccio, e di Domen i co di Giovann i BelI uccia mog Ile di Er rigo di Domen i co da Grosseto, vende col consenso del detto suo marito per il prezzo di I ire 40 a dd. Vann i, B in docci o e Meo, che comprano per il comune di Siena, come sopra una casa, e un orto dentro ad essa posta in Grosseto nel terzo di S.Piero, confinante con B in docci o di Crescentione, e da al tre parti col I i Eredi di Pe trucci o di Beriinghieri, e entra promessa Piero del q . R a n ucci o da Grosseto. I n detti giorno, e anno, alla presenza di Carmignano di Feo, e di Maffeo di Poppo, e sotto rogito def q. Benedetto Cola del q. Buon incontro da Grosseto vende per i I prezzo di I ire 13 al comune di Siena una sua casa posta nella città di Grosseto nei Terzo di S.Piero, confinante con Cecca reI lo di Casino, con la strada e con Bartolomeo Balducio di Crescentione.

C.235. L' anno predetto 1334 e il di 3 Aprille. Fedi dei q. Neri da Castiglione della Pescaia Procuratore di donna Cecca mogl i e di Guelfo di Gualtierotto Lanfranchi, e fi gliuola di M. Pietr o di Beringheri, come del la sua procura appariva rogito di mano di Francesco di Ser Niccolo notaro, vende per i I prezzo di 76 Iire al comune di Siena, e per esso a detti Vanni, B in docci o e Meo due case con orti posti nella ci ttà di Grosseto, confinanti con la chiesa di S. Lucia, con Errigo con donna Belluccia, col la strada, e col muro del comune. Rogato il detto Benedetto nella città di Grosse to nel Palazzo dei Sig.ri Priori, testimoni Torello di Sonarzo, e M inucci o di Sal vi.

Il di, e anno antecedenti donna Stefana del q. Ventura da Grosseto vende per i i prezzo di 36 lire al comune di Siena, come sopra una casa con piazza posta in Grosseto nel Terzo di S.Piero, confinante con la chiesa di S.Lucia, con Ceccarello di Casino, e con la strada. Rogato iI detto Benedetto alla presenza dei sopradetti testimoni.

L'anno, e giorno predetti Balduccio di Crescentione, e Bartolomeo di Bartoluccio Operai dell'Opera di S.Lucia vendono per il prezzo di 27 Iire al comune di Siena una casa con piazza posta nel la Città di Grosseto, nel Terzo di S.Piero confinante con detta chiesa, con la via, col muro e con detta Opera. Rogato iI detto notaro, present i Carmignano di Feo, e Masso di Coppo.

L'anno 1334 e il di 6 giugno Carmignano del q. Feo Sindaco, e Priore del monastero e convento di S. Salvatore di Spugna, come del suo Sindacato appariva rogi to di mano di Lupo del q. Ser Neri notaro, vende per il prezzo di I ire 94 al comune di Siena, e per esso a detti Vann i, B in doccio, e Meo due case con orti, posti in Grosseto nel terzo di S.Piero, confinanti con l'Opera di S. Lucia, col I 'eredi di Petruccio di Beringhieri, con la strada, e col muro del comune di Grosseto. Idem un' al tra casa con forno posta in detto luogo confinante con lo Spedale del comune di Grosseto, con donna S tefana e con la strada. Rogato in Grosseto dal detto Benedetto, presenti Masso di Coppo e Iacomo di Meo.

 

Torna su