Archeologia medievale in Maremma e storia i Grosseto
 

Da COMUNE DI GROSSETO - UFFICIO COMUNICAZIONE - DIREZIONE MUSEO, Museo Archeologico e d'Arte della Maremma. Museo Diocesano d'Arte Sacra.
35) Grosseto Storia deila città 36) Grosseto Prima della città medievale 37) Grosseto Testimonianze dal XVI al XIX sec. 38) Grosseto Teetimoniafìze dal XVI al XIX sec. 39) Maremma medioevale e moderna 40) Ceramiche di collezione

«Le ultime sale del museo introducono alla storia della città di Grosseto. Le preesistenze classiche nell'area della città sono illustrate dai ritrovamenti di via Adige, Sterpeto e Rugginosa. Segue un collegamento con la fase altomedievale di Roselle e del suo territorio con i cimiteri di Grancia e di Casette di Mota ed i ritrovamenti provenienti da Grosseto. La documentazione più ricca è però quella bassomedievale e moderna proveniente in massima parte dagli scavi della Fortezza e in minor misura ai ritrovamenti casuali nel centro storico; fra questi si segnalano un boccale rinascimentale con cavaliere prodotto a Montelupo e ritrovato nei pressi di Piazza Dante e una serie di ritrovamenti dal palazzo del Museo. E' inoltre presente un piccolo lapidario con stemmi e iscrizioni provenienti dal

centro cittadino e dalle terme di Bagno Roselle. Chiudono l'esposizione !e sale dedicate ai reperti di età medievale e moderna da vari centri della Maremma, e a terrecotte e ceramiche di collezione; fra gueste ultime si conserva un piatto rinascimentale con un episodio della vita di Alessandro Magno, vasi da farmacia settecenteschi e infide cinque bozzetti di figure allegoriche e divinità classiche attribuiti ai Mazzuoli, scultori senesi (XVIIl-inizi XVIII sec.), pervenuti in dono al Museo nel 1865» (COMUNE DI GROSSETO - UFFICIO COMUNICAZIONE - DIREZIONE MUSEO, Museo Archeologico e d'Arte della Maremma. Museo Diocesano d'Arte Sacra, cfr. M.G.CELUZZA '98, EADEM '99).